Nel caso di prodotti alimentari, gli imballaggi devono soddisfare degli standard molto elevati. La confezione deve essere in grado di sopportare temperature calde e fredde, l'umidità e pure la manipolazione durante il trasporto. La confezione deve essere riciclabile, facile da usare e vuota. In ogni caso, il requisito principale della confezione è quello di salvaguardare il prodotto ma pure di garantire leggerezza e robustezza con il minor impiego di materiale possibile. Un obiettivo essenziale per Arla è quello di reperire un tipo di imballaggio che sia ecologico ma che soddisfi anche i requisiti di sicurezza alimentare e di praticità necessari.

Quando ricerchiamo la migliore soluzione di packaging, ci sforziamo di adottare un approccio olistico. Questo significa prendere in esame l'intero ciclo di vita del prodotto, dalla produzione del materiale fino allo smaltimento dei rifiuti. In molti casi è necessario trovare un compromesso tra i diversi aspetti, ad esempio il vetro è un materiale pesante che consuma più energia ed ha un'impronta di carbonio maggiore rispetto alla plastica.

Per alcune applicazioni di imballaggio la plastica può in effetti essere la soluzione migliore. Noi di Arla ci impegniamo a fare tutto il possibile per ridurre al minimo l'uso di plastica e utilizzare materie plastiche idonee al riciclaggio. Ci impegniamo inoltre a utilizzare materie plastiche riciclate, assicurando al contempo il rispetto della sicurezza alimentare e della legislazione vigente relativa ai materiali di imballaggio riciclati.